Aziende farmaceutiche. Ecco come curano i sani

images (1)

Il giro d’affari delle aziende farmaceutiche nel mondo ha superato nel 2013 gli 800 miliardi di euro, fatturato a cui quelle italiane contribuiscono con una quota di circa 25 miliardi.

Il “disease mongering” non è un morbo contagioso, ma la prassi di marketing che negli ultimi anni ha consentito l’ incremento del fatturato delle aziende farmaceutiche grazie alle persone sane.

Gianfranco Domenighetti, docente di Comunicazione ed economia sanitaria presso l’Università della Svizzera italiana, spiega che l’importante non è riuscire a vendere più medicine ai soliti malati, ma sensibilizzare la gente a nuovi consumi nel nome di una presunta attenzione alla salute.

E come è possibile tutto questo?

La risposta è semplice, basta gonfiare l’importanza di una malattia o, se occorre, inventarsela di sana pianta.

A dire il vero, le malattie restano più o meno le stesse e solo il 2, 4 % dei farmaci immessi sul mercato rappresenta un vero importante progresso terapeutico, mentre l’80 % non sono che copie dell’esistente, a eccezione del prezzo, che di regola è triplicato.

Garattini, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano spiega che questa idea di curare i sani è solo l’ultimo atto di una strategia che inizialmente è partita allargando artificialmente la platea dei malati. Non è un caso che i valori soglia considerati un tempo normali per la glicemia, il colesterolo o la pressione arteriosa siano stati progressivamente abbassati: per ognuno di questi aggiustamenti, è cresciuto a dismisura il numero di persone cui prescrivere medicinali.

Gli Stati Uniti, si sa, sono la patria dell’extra large e anche in ambito farmaceutico stanno facendo scuola alla vecchia Europa.

Negli Usa una persona su quattro prende ogni giorno la pillola per tenere a bada la pressione e i medicinali contro gli stati ansiosi sono ormai alla portata dei bambini di quattro anni.

Donne isteriche? Uomini disoccupati? Adolescenti inquieti? Tutti in fila per la terapia, magari venduta via internet con sconti favolosi, giusto per invogliare il cliente.

Internet pharmacy

In realtà il mondo è un affare complicato, dove tutto si correla. I soldi, la ricchezza, la democrazia, i diritti umani.

Anche in Italia, nella sanità privata o in quella pubblica, c’è chi pensa solo al profitto. Secondo me la salute è un’altra cosa, il rispetto per l’essere umano è la priorità!