Colina. Come migliorare la memoria

Vi è mai capitato di avere un calo di memoria causato da stress o altro?

Bene; oggi voglio portarvi a conoscenza di alcune informazioni che possono aiutarvi a migliorare la memoria.

Lo stress e la vita frenetica a cui siamo sottoposti quotidianamente, può portare ad un calo della memoria, anche tra le persone più giovani.

Secondo alcuni medici esiste una sostanza in grado di migliorare la memoria.

Scanning of a human brain by X-rays

Di cosa si tratta?

Secondo alcuni studi della Simon Bolivar University il consiglio è quello di utilizzare alimenti che contengano colina cioè un coenzima essenziale che mantiene integra la struttura cellulare e le funzionalità del sistema nervoso.

La colina è una sostanza organica classificata come nutriente essenziale. Viene denominata vitamina J e talvolta è accostata alle vitamine del Gruppo B.

È un costituente dei fosfolipidi che compongono la membrana cellulare e del neurotrasmettitoreacetilcolina.

Secondo lo studio condotto su modello animale i soggetti presi in esame sono stati suddivisi in 3 gruppi; alcuni dei quali assumevano colina.

Alcuni alimentati con dosi abbastanza elevate di colina mostravano di ricordare molto bene gli oggetti visti fino a quarantotto ore prima, considerando tali oggetti familiari.

Notevole differenza, invece, con quelli che avevano seguito un’alimentazione povera di colina i quali non erano assolutamente in grado di riconoscere ciò che avevano visto precedentemente.

Lo studio, pubblicato su Nutritional Neuroscience e Behavioural Brain Research, conferma l’azione positiva della colina che sembra migliorare lo sviluppo cerebrale.

La colina ed i suoi derivati sono coinvolti in tre importanti vie metaboliche:

  1. integrità strutturale della membrana cellulare;
  2. trasmissione dei segnali nervosi dopo trasformazione in acetil-colina (trasmissione colinergica); principale sorgente di gruppi metile tramite il suo derivato, la betaina, intermedio nella biosintesi della S-adenosilmetionina.
  3. La colina può essere metabolizzata nel corpo umano in trimetilamina, un composto dal caratteristico odore di pesce. Per questo motivo l’assunzione di grandi quantità di colina può far sì che il corpo emani un odore di pesce.

Le principali fonti alimentari di colina sono il tuorlo d’uovo ed i semi di soia.

La colina si trova anche nello zenzero e nel riso integrale. Molti altri alimenti contengono piccole quantità di colina, che si trova persino nella lattuga.

Essa è presente anche nella lecitina utilizzabile sia come additivo che come integratore alimentare. È disponibile anche la fosfatidil-colinain pillole o in polvere o anche come cloruro (liquida).

NB: alcune sostanze ne inibiscono le proprietà, tra queste vi sono la caffeina, la nicotina, la pillola anticoncezionale e gli alcolici.